/ Eco-blog

Tutto quello che devi sapere sulla bellezza cruelty-free

da wedo_act

05/07/2021

Prodotti cruelty free di weDo

Quando si tratta di bellezza etica, l'etichetta "cruelty-free" potrebbe essere quella con cui la maggior parte delle persone ha familiarità, insieme al logo di Leaping Bunny, il coniglietto che salta. Ma cosa significa e in che modo i prodotti di bellezza ottengono effettivamente questa certificazione?

Cruelty-free significa che il prodotto e gli ingredienti utilizzati nel prodotto non sono stati testati sugli animali in nessuna fase del processo di sviluppo. Dal 2013, per legge, la sperimentazione sugli animali non è più consentita in Europa, questo vale per il prodotto finito e gli ingredienti utilizzati esclusivamente per scopi cosmetici e per la cura della persona. Potrebbe sembrare semplice, ma c'è molto di più di quanto sembri e per ottenere l'approvazione Leaping Bunny, devono essere soddisfatti rigorosi criteri che vanno ben oltre la conformità con i test sugli animali. Confuso? Forse un po’. Continua a leggere per scoprire tutto ciò che devi sapere sulle certificazioni e a cosa dovresti prestare attenzione quando acquisti prodotti cruelty free.

Qual è la differenza tra prodotti cruelty-free e prodotti privi di ingredienti di origine animale?

Come già sappiamo, cruelty-free significa che un prodotto o i suoi ingredienti non sono stati testati sugli animali, mentre un prodotto privo di ingredienti di origine animale significa che il prodotto non contiene prodotti o ingredienti che derivano direttamente o indirettamente dagli animali.

Mentre i due spesso vanno di pari passo, ci sono casi in cui un prodotto può essere privo di ingredienti di origine animale ma non essere cruelty-free e viceversa. È quindi importante capire la differenza tra i due.

differenza tra cruelty free e vegano

Cosa sono i prodotti di bellezza vegani?

Sebbene i prodotti vegani siano spesso considerati tecnicamente uguali ai prodotti privi di ingredienti di origine animale, attualmente non esiste una definizione regolamentata ufficiale del termine "vegano".

Secondo la Vegan Society1, il veganismo è uno stile di vita che cerca di escludere – per quanto possibile e praticabile – ogni forma di sfruttamento e crudeltà nei confronti degli animali per il cibo, l'abbigliamento o qualsiasi altro scopo, compresi i test sugli animali. Quindi, secondo questa definizione, un cosmetico che si dice vegano dovrebbe essere anche cruelty-free. Sebbene questo sia vero per la certificazione della Vegan Society, purtroppo non è sempre così, quindi è meglio cercare separatamente entrambe le certificazioni.

una mucca con un logo di certificazione vegan

Cos'è la bellezza cruelty-free?

Sebbene non siano testati sugli animali, i prodotti cruelty-free possono comunque contenere prodotti di origine animale. Gli ingredienti animali comuni utilizzati nell'industria della bellezza includono: miele, cera d'api, gelatina e latte, nonché prodotti animali più complessi come lanolina (grasso di lana), squalene (olio di fegato di squalo), carminio (coleotteri schiacciati), guanina (squame di pesce) e cheratina che viene generalmente prelevata dai capelli, dalle unghie e dalle corna dei mammiferi2. È quindi importante notare che cruelty-free non significa privo di ingredienti di origine animale.

La soluzione migliore è cercare sia il simbolo Leaping Bunny che la certificazione della Vegan Society. In questo modo saprai che stai rispettando tutti i principi etici!

un coniglio con il logo del coniglietto che salta

Quali metodi di sperimentazione alternativi esistono, oltre ai test sugli animali?

Grazie all'innovazione scientifica, nel corso degli anni sono stati sviluppati metodi alternativi per la sperimentazione. Questi metodi sono spesso più economici, più rapidi e più efficaci dei test sugli animali3 e includono test su: colture cellulari (cellule umane e animali coltivate in laboratorio), cellule e tessuti umani donati da volontari dopo l'intervento chirurgico (spesso indicati come metodi in vitro), metodi avanzati modellazione al computer (nota anche come modelli in silico) e studi su volontari umani4.

Hai bisogno di una certificazione per essere cruelty-free?

Il logo Leaping Bunny è un simbolo riconosciuto a livello internazionale ed è l'indicazione più accreditata che un prodotto è cruelty-free. Tuttavia, ci sono alcune altre varianti e non tutte possono essere considerate ugualmente attendibili.

Certificati cruelty-free: i coniglietti

I certificati cruelty-free di coniglietti sono riconosciuti da un'organizzazione terza ad un brand solo quando vengono soddisfatti determinati standard e criteri.

Le tre certificazioni cruelty-free più affidabili sono: Leaping Bunny (un simbolo riconosciuto a livello internazionale), PETA (con sede negli Stati Uniti, ma riconosciuto a livello internazionale) e Choose Cruelty Free (una certificazione con sede in Australia).

Per ottenere l’approvazione da Cruelty Free International, un marchio deve stabilire una data limite: una data fissa dopo la quale né il marchio né alcuno dei suoi fornitori e produttori possono condurre, commissionare o partecipare a test sugli animali per materie prime in tutto il mondo. Questo vale per l'intera catena di approvvigionamento fino al produttore degli ingredienti. Se vuoi saperne di più su questi standard, dai un'occhiata al sito web di Leaping Bunny.

diversi loghi cruelty free

Loghi di coniglietti non ufficiali

Ci sono anche loghi di coniglietti non ufficiali, creati dalle stesse aziende produttrici. Questi non hanno credibilità o legittimità in quanto sono regolamentati dalla stessa azienda che sta cercando di vendere i suoi prodotti. Indipendentemente da quanto possano sembrare realistiche, queste autocertificazioni non possono essere attendibili allo stesso modo delle organizzazioni di terze parti, quindi è molto importante distinguere bene le due situazioni.

Proprio come i loghi dei coniglietti fatti da sé, molte aziende usano spesso il termine "vegano" per riferirsi ai loro prodotti che sono privi di ingredienti di origine animale, senza certificazioni esterne o impegno per essere cruelty-free. Il termine non ha credibilità ufficiale e non dovrebbe essere considerato attendibile a meno che non sia stata concessa una certificazione ufficiale della Vegan Society.

I prodotti weDo/ sono cruelty-free?

Tutti i nostri prodotti weDo/ sono sia cruelty-free che vegani, certificati con il simbolo Leaping Bunny approvato a livello internazionale dalla certificazione Cruelty-Free International e dalla Vegan Society. weDo/Professional soddisfa i rigorosi criteri "Leaping Bunny" che sono uguali in tutto il mondo. I criteri vanno ben oltre le leggi che disciplinano la sola sperimentazione animale e includono frequenti controlli indipendenti in corso. Riteniamo che questo svolga un ruolo fondamentale nell'avanzamento di un marchio sostenibile, etico e trasparente di cui i nostri consumatori possano essere orgogliosi.

un dito che indica il logo cruelty free su un prodotto weDo

Scopri di più sui nostri ingredienti e scopri di più su come seguire uno stile di vita eco-etico leggendo gli articoli sul nostro weBlog.

Resta in contatto con weDo/ seguendoci su Instagram e TikTok per consigli sulla bellezza sostenibile, suggerimenti su come utilizzare i nostri prodotti e continuare a scoprire il nostro entusiasmo.

/ ARTICOLI CORRELATI
due balene nell'oceano azzurro

/Eco-blog

Perché dovremmo celebrare la Giornata mondiale degli oceani

/ POTREBBE INTERESSARTI ANCHE